«

»

Stampa Articolo

NINO CASILE:”LA SALVEZZA? UNA VECCHIA PROMESSA…”

nino

 

 

 

Ciao Nino, la Fata Morgana vince in casa contro il Kroton e conquista la permanenza nel campionato nazionale. Cosa significa per te aver contribuito in modo deciso alla salvezza della Fata?

Per quello che è stato il mio passato alla Fata Morgana questa salvezza vuol dire davvero tanto. Ho sofferto tanto psicologicamente quando scendemmo in C1 dopo un campionato straordinario ma finito male per varie vicissitudini che ci sono andate contro. Avevo più di un sassolino da  togliermi dalla scarpa e avevo promesso a me stesso che prima o poi lo avrei tolto! Sono felice anche perché gli obiettivi societari che mi vengono chiesti per il secondo anno di fila sono stati raggiunti. Lo scorso anno play off di C1 con la Gym Point e quest’ anno la salvezza con la Fata.

Sei stato ancora decisivo con una prestazione di alto livello e un gol fondamentale. Che emozioni provi?

Sono stato contentissimo di aver siglato quel tanto voluto gol del sorpasso. Forse è il giusto merito per i sacrifici fatti allenandomi quasi sempre da solo in orari difficili da far coincidere con il gruppo. È stata un' emozione fortissima…

È evidente il cambio di passo da quando sei approdato alla Fata, cosa è cambiato?

La Fata Olimpia sicuramente non meritava i quattro punti del girone di andata con questo organico. Sono arrivato convinto di poter fare bene e come sempre ho cercato di dare oltre al fattore tecnico una sicurezza mentale a tutti i miei compagni. Più forte di chi ci mette il massimo impegno non esiste nessuno, la volontà di vincere fa la differenza. Sono arrivato con la massima umiltà come è mio costume cercando solo di dare una mano e di lottare con i miei compagni per raggiungere l’obbiettivo societario

Qual è stato il punto di forza della squadra nella seconda parte della stagione?

Sono contento personalmente dei miei otto gol in nove partite con un minutaggio non alto in quanto il lavoro mi ha proibito di allenarmi come avrei voluto.

L’importante era farsi trovare pronti e quando sono stato chiamato in causa ho sempre risposto presente.

Ringrazio di cuore chi continua a credere in me nelle persone di Pino Pietro Plutino e il mister Carmelo Romeo persona di grande capacità tattica e motivazionale. Un grazie particolare Pagano Gaetano che ha avuto sempre la parola giusta al momento giusto, un "non mollare" detto in alcune situazioni serve tantissimo.

 

    Permalink link a questo articolo: http://www.paganosport.it/nino-casilela-salvezza-una-vecchia-promessa/