«

»

Stampa Articolo

MISTER MUSTI: “A RIETI OTTIMO LAVORO DELLA SOCIETA’ E STAFF”

MUSTI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Salve Mister Alessio, la conquista della massima serie, una finale di coppa Italia e il raggiungimento playoff, cos’ è significato per te allenare la Cogianco?

Allenare la Cogianco per me è stato un viaggio bellissimo e una grande responsabilità, sono subentrato dopo una stagione deludente per le aspettative delle società e il presidente Giannini ha scelto me per ripartire e portare la squadra subito in serie A1 dandomi carta bianca su ogni scelta e non smetterò mai di ringraziarlo. Un campionato e una coppa in quell'anno erano qualcosa che forse si poteva prevedere anche se nello sport non è mai scontato ma nel primo anno di serie A1 secondo me siamo stati davvero bravi nel portare una neopromossa in finale di coppa Italia ed a 1 solo punto dal secondo posto. Il dispiacere è stato quello di non affrontare una terza stagione che, secondo me, ci avrebbe fatto fare l'ulteriore salto di qualità, però ovviamente abbiamo tutti rispettato le scelte della famiglia Giannini che con onestà prima di cominciare una stagione con il rischio di lasciarla a metà ha deciso di non ripartire. 

Quali i momenti più emozionanti? Hai qualche rimpianto?

Tanti i momenti emozionati devo dire, dalla prima coppa, alla stessa finale di coppa di serie A1, ma anche soddisfazioni personali che sono quelle di aver visto crescere giocatori venuti a Genzano senza particolare fama e oggi vederli in club importanti o addirittura vederli campioni d'europa; come allenatore questo riempie di orgoglio. Rimpianti ne trovi sempre alla fine di ogni stagione, il rimpianto grande sul campo forse è proprio quell'ultimissima giornata di campionato che vincendo ci avrebbe visto arrivare secondi in Italia con una griglia play off molto interessante, però non ho mai amato fare i conti con i "se" ed i "ma". 

Da fine Novembre guidi il Real Rieti, hai la sensazione di aver fatto il massimo? Si poteva osare di più?

E’ sempre difficile subentrare, trovi comunque una squadra non tua e devi integrarti, portare la tua filosofia e organizzazione, il tutto in un contesto in piena competizione e sicuramente con dei problemi. Ad agosto è certamente più facile programmare, tutto è senza dubbio più rilassato. Penso che sempre si possa far di più, ma penso anche che la squadra stesse vivendo un periodo psicologico molto depresso dovuti ai risultati delle ultime settimane, eravamo a 2 punti dall'ultimo posto e ogni gara era una vera e prorpia finale con le 4 partite da disputare con Lazio, Acqua e Sapone, Asti e Luparense, non proprio passeggiate direi… Alla fine penso che la squadra abbia conquistato il rispetto di tutte le avversarie raggiungendo non solo la finale di una coppa ma anche un quinto posto molto significativo; se andiamo a vedere nel girone di ritorno il Real Rieti ha fatto meglio di squadre come Lazio e Asti, Pescara al pari di Luparense e Acqua eSsapone. Questo la dice lunga sullo splendido lavoro fatto dalla società, giocatori e staff. Il piccolo rimpianto resta per la gara persa in coppa Italia ai rigori, credo che li se fossimo passati avremmo potuto davvero ambire a qualcosa d'importante.

Abbiamo segnato sul calendario la data dell’ 8 giugno, che clinic sarà?

Si l'estate per me è periodo di condivisione e aggiornamento, è una cosa che amo molto. Se durante l'anno saltuariamente ho il piacere di condividere i miei lavori con altri tecnici in l'estate, quando ho la fortuna di essere invitato a qualche clinic, partecipo con entusiasmo con la speranza di riuscire a trasmettere la mia passione e il mio modo di allenare. L' 8 giugno a Rieti sarà un clinic Internazionale con  altri due relatori importanti, ci sarà il tecnico del Manacor e un preparatore dei portieri anch'esso spagnolo. Credo che chi verrà si divertirà nel vedere i vari modi di vedere questa magnifica disciplina. 

Il domani di mister Musti?

Bella domanda, ovviamente sto trattando con il Rieti la possibilità di un eventuale rinnovo, allo stesso tempo per fortuna ho la possibilità di valutare anche altre situazioni in Italia e all'estero e non nascondo che l'ultima è la cosa che in questo momento più mi affascina, ma dire del mio domani adesso non mi è possibile… 

    Permalink link a questo articolo: http://www.paganosport.it/mister-musti-a-rieti-ottimo-lavoro-della-societa-e-staff/